LOGO QFM

lib1e

Tirocinio - Attuazione

Il Tirocinio: procedura e strumenti di accompagnamento

(si consulti anche il Regolamento di tirocinio, versione 2018, in particolare gli artt. 3, 4, 5, 6 e 13) 

Il tirocinio si svolge nel modo seguente (per quanto riguarda in dettaglio la gestione del Quaderno di lavoro e della Relazione finale si veda l'apposita pagina Documenti):

  • Lo studente, all’inizio del secondo anno di corso, si iscrive online ai gruppi di tirocinio mediante la piattaforma Moodle sulla quale troverà, nei periodi previsti, indicazione dei tutor responsabili e del calendario degli incontri. Gli studenti degli anni successivi saranno contattati direttamente dai TU (Tutor Universitario).
  • Il TU fornisce le informazioni utili e la preparazione necessaria, sul piano teorico e normativo, allo svolgimento del tirocinio (in particolare illustra la filosofia della qualità, il Modello S3PI e MARC, esercita lo studente nell’osservazione e valutazione di comportamenti didattici).
  • Il TU, consultato lo studente, individua una scuola convenzionata nella quale lo studente possa effettuare il tirocinio (scuola dell’infanzia e scuola primaria). Occorre verificare a questo link https://sol:unifi.it/stage/consulta che la Convenzione tra Università e Istituto scolastico scada NON prima dei 2 MESI successivi all’inizio del tirocinio diretto. 
  • Il TU ABILITA sul servizio st@ge di SOL un progetto di tirocinio per la scuola individuata.
  • Lo studente procede alla compilazione del form sul servizio st@ge di SOL e della tabella da allegare, che si può scaricare al sito https://tinyurl.com/istruzioniprogetto
  • Lo studente manda un’email all’Ufficio Tirocinio all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., chiedendo la validazione del progetto e comunicando il numero di matricola, senza allegare la tabella compilata.
  • L’ufficio tirocinio procede alla VALIDAZIONE, se è tutto a posto.
  • Una volta ottenuta la validazione, lo studente STAMPA il progetto su st@ge e la tabella con il dettaglio dell'orario e si reca nella scuola per fare firmare progetto e tabella dal Dirigente Scolastico (o suo delegato) e dai tutor scolastici indicati nel progetto.
  • Lo studente firma progetto e tabella allegata e porta la documentazione al TU, almeno 5 giorni prima della data fissata per l’inizio del tirocinio diretto.
  •  Il TU controlla, firma e consegna il progetto all’Ufficio Tirocinio al I piano di via Laura, 48.
  •  La scuola accoglie lo studente e il tirocinante inizia le attività.
  •  I TS verbalizzano le presenze dello studente negli appositi moduli.
  • Al termine delle attività il TS fa avere al TU i documenti cartacei come richiesto all’interno della sezione “documenti e modelli” al link http://www.qualitaformazionemaestri.it/index.php/tirocinio/documenti-e-modelli
  • TU, TS e studente compilano i rispettivi form di valutazione online gestiti su SOL dall’Ateneo
  • TU e TS, con accordi opportuni, chiudono la procedura.

La procedura si ripete l’anno successivo nella stessa scuola o in altra scuola.

Modello MARC: al Tirocinio 3 e 4 si aggiunge l'esperienza relativa alla documentazione video di attività didattiche da parte dello studente (MARC). In questo caso le azioni e la documentazione impiegata dallo studente si arricchiscono con quanto indicato nella sezione MARC di questo sito. Le azioni di ripresa video, per quanto focalizzate solo sull’insegnante e non sui bambini, richiedono le opportune liberatorie scolastiche. Lo studente dovrà visionare il video insieme al TU e potrà eventualmente lasciarne copia all’Università per futuri usi didattici.

Tirocinio 4: al termine dell’ultimo anno lo studente compila anche una Relazione finale di tirocinio, avvalendosi in particolare delle osservazioni raccolte durante gli anni nel proprio Quaderno di lavoro.
Le valutazioni complessivamente raccolte dai TU secondo gli indicatori S3PI possono consentire un eventuale incremento del voto di tesi di 1, eccezionalmente di 2 punti.

Il Tirocinio: elementi di innovazione metodologica

Rispetto alla prassi tradizionale l’approccio adottato tende a:

  • uniformare norme e pratiche relative al tirocinio che si sono diffuse negli anni e rendere riconoscibile la storia delle esperienze formative attraverso le quali passa ogni studente;
  • creare intorno allo studente un sistema di valutazione formativa in ottica di miglioramento continuo, con compiti e precisi traguardi, all’interno di un quadro di standard di riferimento (S3PI);
  • migliorare la comunicazione tra Università/Scuola (TU e TS), favorendone la coesione con specifiche azioni (incontri periodici, corsi di formazione, azioni premiali);
  • agire in modo meglio finalizzato nella preparazione universitaria, in modo che lo studente arrivi nella scuola più attrezzato sul piano delle capacità osservative e valutative delle prassi didattiche
  • indurre la scuola accogliente a far proprio un modello di formazione cooperativa basata su reciprocità osservativa e riflessiva, applicata anche con il tirocinante (Lesson Study);
  • migliorare la qualità osservativa, documentativa e riflessiva consentendo revisione e riflessione meglio circostanziate, attraverso strumenti che la tecnologia rende di facile applicazione (documentazione video, vedi modello MARC)